La sabbiatura con ghiaccio secco nelle fonderie

Un impianto per la sabbiatura con ghiaccio secco è un arricchimento versatile per le fonderie di metalli. Tra le possibili applicazioni, vi è la pulizia degli strumenti di colatura (stampi, casse d’anima, ecc.), che è di certo la disciplina regnante. Con uno strumento per la sabbiatura con ghiaccio secco, è possibile eliminare gli stampi degli agenti di rilascio in modo doppiamente più veloce, come con i metodi tradizionali. I tempi di fermo si riducono notevolmente.

Ma non solo gli strumenti di colatura, bensì anche gli attrezzi stessi, possono essere rielaborati con la procedura per la sabbiatura con ghiaccio secco. I residui di resina, come quelli che emergono dalla presso-fusione dello zinco, possono essere rimossi completamente con un impianto per la sabbiatura con ghiaccio secco. Anche i ridimensionamenti non costituiscono più un problema per gli attrezzi di White Lion.

Una rappresentazione schematica dell'effetto di trasformazione di fase prodotto dalla pulizia con ghiaccio secco

Il motivo dell’efficienza elevata della procedura di sabbiatura con ghiaccio freddo va ricondotto nella sua particolare funzionalità: Un apparecchio di sabbiatura con ghiaccio secco (ad es. il modello White Lion WL 3000 Profi) miscela l’aria compressa con i pellet di ghiaccio secco e li accelera a quasi 300 m/s. Quando l’elemento inquinante entra in contatto con il pezzo, viene sottoposto ad una scossa fredda puntuale. A causa dei diversi coefficienti di dilatazione termica dello sporco e del pezzo da lavoro da un lato e dell’impatto e della sublimazione dall’altro, lo sporco si dissolve completamente dal pezzo da lavoro. Quello che rimane è una superficie pulita e non danneggiata.

Poiché il ghiaccio secco, direttamente dopo l’impatto, passa nello stato gassoso non rimane alcun residuo della sabbiatura che deve essere rimosso con fatica dopo l’applicazione. Solo lo sporco scoppiato deve essere spazzato via o aspirato. La procedura dunque non solo è asciutta e protegge la superficie, ma è anche più rispettosa dell’ambiente rispetto alle solite procedure.

Questa procedura è di particolare interesse per le fonderie: il nostro impianto per la sabbiatura con ghiaccio secco WL 1000 MiniMax si presenta di serie in una versione stazionaria senza sospensione. Su richiesta, White Lion vi calibra lo strumento per la sabbiatura per il proprio scopo e dopo la calibrazione lo regola, in modo da non poter essere impostato erroneamente.

Inoltre, White Lion offre soluzioni di automazione personalizzate, che lasciano la pulizia degli strumenti di colatura al controllo di un robot. Pertanto, gli impianti di White Lion possono essere integrati senza giunzioni in processi di produzione altamente automatizzati. Il nostro modello WL 5000 Robby parla tutti i comuni linguaggi robotici e viene fornito nella versione speciale WL 5000 Robby Plus con pellettatrice installata per la produzione di pellet di ghiaccio secco.

Ci permetta di offrirle la nostra consulenza sull’uso ottimale della tecnologia di sabbiatura con ghiaccio secco nella Sua azienda! Siamo in attesa delle Sue domande in merito.